Politica ambientale

Politica ambientale

ATTI S.p.A. adotta la presente politica ambientale quale strumento per la dichiarazione della propria volontà e del proprio impegno verso il controllo, la riduzione e, dove possibile,  l’eliminazione, degli effetti negativi sull’ambiente delle attività della propria organizzazione.

ATTI S.p.A. ritiene fondamentale che le proprie attività debbano essere orientate, oltre che allo sviluppo economico, anche al rispetto dell’ambiente ed al corretto utilizzo delle risorse naturali secondo il principio della tutela di un bene comune quale è, appunto, l’ambiente (principio della sostenibilità).

Tra gli obiettivi della ATTI S.p.A. vi è, quindi, l’accrescimento del livello di qualità dei propri processi e prodotti, attraverso una gestione efficace delle risorse, siano esse umane, tecnologiche ed economiche, per migliorare le prestazioni ambientali nell’ottica della progressiva riduzione degli impatti sull’ambiente.

La Direzione Generale considera il proprio sistema di gestione ambientale (SGA) come parte integrante della più generale conduzione aziendale, in grado di coinvolgere tutte le aree di competenza individuate, dalle funzioni direttive a quelle operative, verso una concreta ed efficace presa in carico, ciascuno per la propria responsabilità, delle problematiche correlate allo svolgimento delle operazioni.

La Direzione Generale della ATTI S.p.A. per assicurare la costante ed efficace attuazione ed il miglioramento del sistema di gestione ambientale, ha nominato un proprio Rappresentante (il Responsabile del Sistema di Gestione Ambientale – RSGA), con idonee caratteristiche professionali e necessari poteri per l’esercizio delle responsabilità in materia ambientale.

L’impegno dell’Azienda per il raggiungimento degli obiettivi generali sanciti nella presente Politica Ambientale si esplica attraverso le seguenti direttive:

  • Assicurare il coinvolgimento di tutto il personale nell’attuazione della Politica Ambientale, attraverso una corretta informazione, formazione e coinvolgimento dei dipendenti che permetta loro di accrescere il livello di sensibilità e l’operatività per la tutela ambientale nello svolgimento dei compiti affidati;
  • Effettuare un costante monitoraggio della conformità rispetto agli obblighi assunti per disposizioni legislative e regolamentari, così come su base volontaria, in materia ambientale ed applicabili all’azienda, garantendone il rispetto nel tempo;
  • Perseguire il miglioramento continuo delle prestazioni ambientali, per prevenire od eliminare, l’inquinamento e qualora ciò si ritenga impossibile, ridurre al minimo la produzione di sostanze inquinanti, nella consapevolezza dell’attenzione verso la continuità operativa dell’azienda da parte dei suoi portatori di interesse;
  • Adottare norme di corretta gestione delle attività al fine di:
    • valutare in anticipo gli effetti ambientali di tutte le nuove attività;
    • monitorare la qualità delle emissioni atmosferiche generate dai processi;
    • analizzare ed ottimizzare i consumi delle materie prime, dell’acqua e delle risorse energetiche, tenendo conto, laddove economicamente praticabile, della possibilità di ricorso a tecnologie meno impattanti;
    • valutare, controllare ed, ove possibile, ridurre il rumore all’interno ed all’esterno del sito;
    • adottare le misure necessarie per prevenire emissioni accidentali di materie in particolare per quanto riguarda l’inquinamento dei corpi idrici e del suolo;
    • valutare periodicamente, per mezzo di audit ambientali, l’efficienza del sistema di gestione ambientale e la sua efficacia rispetto agli obiettivi stabiliti nella politica ambientale;
    • prevenire, attraverso la sorveglianza costante delle attività, l’insorgenza di non conformità rispetto agli obblighi assunti ed intervenire per il loro pronto trattamento;
    • cooperare con le Autorità pubbliche per stabilire ed aggiornare procedure di emergenza, al fine di ridurre al minimo gli effetti di qualsiasi impatto accidentale nell’ambiente che si verificasse;
    • informare e coinvolgere i Fornitori, i Clienti e gli altri portatori di interesse, per quanto applicabile agli specifici rapporti, circa gli aspetti ambientali individuati, degli obiettivi e dei progressi in campo ambientale valutando con sensibilità le esigenze e le istanze dei portatori d’interesse medesimi (stakeholders) aprendo con essi un dialogo costruttivo;
    • predisporre misure per garantire che gli Appaltatori che lavorano nel sito per conto dell’impresa applichino norme ambientali equivalenti a quelle della ATTI S.p.A..

 

                        Bentivoglio, lì 22/11/2017